PERCORSO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO ISTITUTO FREJUS

Gli studenti dell’Istituto Frejus partecipano, nell’ambito del percorso di alternanza scuola-lavoro, al progetto “Allenarsi alla cittadinanza digitale contro il cyberbullismo”.

Si tratta di un percorso formativo fornito dall’azienda “Synergie” attraverso l’agenzia ad essa associata denominata “Risorse Italia” che opera tramite un team di esperti.

Il programma ha l’obiettivo di fornire ai ragazzi competenze digitali e conoscenza del web al fine di metterli in guardia dai rischi e pericoli, purtroppo molto attuali, nei quali si può incorrere navigando in internet e far si che essi possano diventare “cittadini digitali consapevoli”.

L’attività si compone di quattro moduli della durata di quattro ore ciascuno. Le lezioni, in conformità alle norme di contenimento dell’emergenza sanitaria, sono erogate online.

I temi trattati nei vari moduli riguardano: la prevenzione del cyberbullismo, la cittadinanza digitale, l’utilizzo etico dei social media oltre alle modalità di creazione dei contenuti e, infine, l’utilizzo di Internet.

Recentemente, ha avuto luogo il primo dei quattro incontri virtuali. In questa occasione, il tema affrontato è stato quello del cyberbullismo, forma più recente e allo stesso tempo più subdola delle altre forme di bullismo in quanto esercitata tramite strumenti informatici e, per questo motivo, più difficile da tenere sotto controllo e da prevenire.

Dopo un’approfondita analisi del fenomeno del bullismo in tutte le sue forme, si è parlato degli attori del fenomeno e di gerarchia del gruppo, del loro legame con l’ambiente scolastico e delle modalità di gestione di questo pericoloso fenomeno.

L’incontro è proseguito parlando di netiquette ed Educazione universale e delle modalità di prevenzione del fenomeno quali coperative learning, circle time e quality time.

Gli studenti si sono dimostrati sensibili all’argomento trattato ed hanno mostrato interesse verso i propri interlocutori. Il progetto proseguirà a breve con il secondo incontro che verterà sulla cittadinanza digitale.      

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.