Inquinamento elettromagnetico

Istituto Frejus

05 Febbraio 2020

Nessun commento

Pagina iniziale Ultime dal Frejus

Inquinamento elettromagnetico

INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO

inquinamento elettromagnetico

La normativa europea ha definito il limite massimo consentito di SAR entro cui devono rientrare le emissioni di radiazioni prodotte dai cellulari: tale valore deve risultare inferiore a 2 W/Kg per essere considerato a norma di legge. I cellulari rappresentano così una fonte di energia tale per cui il suo utilizzo eccessivo potrebbe essere dannoso al nostro organismo.

I principali consigli per un utilizzo corretto del cellulare sono:

-utilizzare auricolari classici con il filo; ciò consente di allontanare lo smartphone dall’orecchio e non averlo più a contatto diretto con il nostro corpo (più lo smartphone è vicino e più gli effetti si amplificano);

-più il segnale di ricezione è scarso più lo smartphone emette radiazioni in quanto, a causa dei continui cambiamenti di posizione dell’utilizzatore, l’apparecchio tende a mantenere stabile e massimo il segnale di collegamento con la rete pertanto è consigliabile utilizzare tale strumento in luoghi con la massima ricezione;

-eseguire telefonate di breve durata.

Il cellulare non rappresenta oggi l’unica fonte di elettrosmog; risulta importante fare attenzione non solo alle singole fonti di radiazione che per legge devono rispettare le soglie limite di emissione, ma alla sommatoria delle radiazioni elettromagnetiche che complessivamente e contemporaneamente ci colpiscono tutti i giorni. Di tali fonti fanno parte anche gli apparecchi elettronici casalinghi (televisione, microonde, wi-fi ecc.) e strumenti ben più consistenti ubicati in aree pubbliche (antenne radiotelevisive, stazioni radio, elettrodotti, ecc.).

Concludendo, più il corpo umano è colpito da energia (in questo caso onde elettromagnetiche), più questa energia può determinare alterazioni a livello cellulare provocando anche la formazione di patologie varie tra cui i tumori.

Prof. Claudio Riccardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.